Lavoro Educazione Orientamento - La diversità è ovunque

Aspirazione teatrale e musicale

Aspirazione teatrale e musicale

Secondo me il teatro è una cosa meravigliosa, quando ho iniziato avevo l’età di undici anni.

Il Teatro mi ha insegnato che quando si entra in scena è come se si ha davanti un muro e sicuramente è una cosa che ci fa sbloccare dalla timidezza. Per mia esperienza, oltre l’impegno, quando si provano le varie scene dobbiamo essere capaci a controllare l’emozione, perché se non siamo in grado di controllarla rischiamo di dimenticare le battute.

Quando io entro in scena è come se fosse una passeggiata perché provo l’emozione di un attore che ha tanti anni di esperienza.

Oltre il teatro un’altra grande emozione per me è la musica perché è una cosa bellissima.

La prima volta  che ho iniziato a cantare al karaoke ero tanto emozionato.

Le prime canzoni  da me cantate sono state: “l’emozione non ha voce” e “confessa”, poi nel passare degli anni ho iniziato a cantare “acqua e sale” con una mia carissima  amica, “azzurro”, “pregherò”, “ti penso e cambia il mondo” e “una carezza in un pugno”.

Oltre essere un fans di Celentano, quando canto è come se mi sentissi lui.

Dall’anno scorso, dove faccio teatro, ho iniziato a fare canto e per  me il canto è una cosa favolosa e anche una cosa molto bella, ragazzi quando canto io mi sento come Celentano.

Articolo scritto da Marco